PON “Apprendimento e socialità: laboratori di matematica – CALCOLATRICE GRAFICA

Anno scolastico 2023/2024

PON “Apprendimento e socialità: laboratori di matematica.

Presentazione

Durata

1 Ottobre 2022

Descrizione del progetto

INTERVISTA ALLA PROF.SSA Maria Elena Maoddi dell’I.T.C. Gian Pietro Chironi – Nuoro

 

1. Come e perché ha iniziato a usare la calcolatrice in classe? 

Ho introdotto la calcolatrice grafica nell’autunno del 2021, nell’ambito di due distinti moduli del PON “Apprendimento e socialità: laboratori di matematica ”. Un primo modulo era rivolto alle classi prime e seconde, l’altro alle classi del triennio; pertanto, gli studenti hanno iniziato a prendere confidenza con il nuovo dispositivo, di incontestabile efficacia, simultaneamente in tutte le classi. I gruppi frequentanti i PON hanno contribuito quasi subito a disseminare nelle proprie classi quanto acquisito nei corsi pomeridiani, permettendo un’accelerazione nelle spiegazioni sull’uso della calcolatrice e un’efficacia nell’insegnamento tra pari, mai registrato fino ad allora.

Per i primi mesi dell’anno scolastico 2021/2022, i venti studenti per modulo PON e i circa venticinque studenti per classe, hanno lavorato con appena undici calcolatrici modello FX-CG50; tuttavia, l’attività prettamente laboratoriale ha permesso di riflettere e lavorare in gruppo, utilizzando diverse e originali strategie di scoperta e apprendimento.

2. Con quale modalità di lavoro usa la calcolatrice: solo il docente, ogni studente ha la calcolatrice o lavori di gruppo? Come si trova con questa metodologia di lavoro?

Dal 2021 ad oggi, il numero delle calcolatrici è salito a quarantaquattro, divise tra me e una mia collega di Matematica. Oramai in tutte le classi, dalle prime alle quinte, la calcolatrice grafica rappresenta abituale materiale didattico. Ognuno può lavorare con il suo dispositivo, sempre e comunque condividendo le informazioni con l’insegnante e con i compagni e dibattendo in classe sui procedimenti applicati e sui risultati ottenuti. Durante le verifiche orali e per particolari verifiche scritte è permesso e richiesto utilizzare la calcolatrice grafica.

3. Principali criticità riscontrate nell’uso della calcolatrice in classe?

Le criticità maggiori, che in passato risiedevano nell’esiguo numero di calcolatrici a disposizione, oramai sono state superate. Doversi spostare da un’aula all’altra con ventidue calcolatrici ritengo sia al momento l’unico problema che, tuttavia, dall’anno scolastico 2023/2024 scomparirà, in quanto sarà allestita l’aula di MATEMATICA raggiungibile dalle classi in orario e nella quale ognuno potrà disporre, tra le altre cose, anche della calcolatrice grafica.

4. Principali benefici rilevati negli studenti e nelle lezioni?

L’uso delle calcolatrici grafiche si inserisce nel più globale contesto della pratica laboratoriale che da sempre caratterizza la mia scuola. Tutti gli studenti, da quelli motivati a quelli meno motivati, non dimenticando gli studenti con DSA, lavorando nell’ambiente di apprendimento con le calcolatrici grafiche, mostrano più passione, attenzione e spirito collaborativo. Mettendo in atto delle pratiche riflessive, scoprono nuove strategie e concretizzano le conoscenze in modo semplice e immediato. Una nuova lezione è sempre guidata dall’emulatore e gli studenti lavorano in contemporanea con la dimostrazione dell’insegnante nella LIM.

5. Che consiglio darebbe ai docenti che non se la sentono ancora di portare la calcolatrice in classe?

Suggerisco semplicemente di provarci, in fondo si tratta di proporre agli studenti un’attività intelligente, che certamente impone di essere programmata e gestita, ma sulla cui efficacia si possono misurare quasi subito i risultati.

A distanza di circa due anni posso asserire che in tutte le classi, la calcolatrice ha permesso di sviluppare tematiche che altrimenti non sarebbero state affrontate e comprese così approfonditamente.

6. Quali sono le prossime attività che pensa di realizzare nella scuola/classe? 

Dal prossimo anno scolastico vorrei affrontare l’aspetto statistico e finanziario dei temi strettamente legati all’Educazione Civica, dall’agenda 2030, all’educazione finanziaria. Inoltre collaborerò con i miei colleghi di discipline di indirizzo, per fare in modo che la calcolatrice grafica possa essere inserita anche nell’insegnamento dell’Economia Aziendale e dell’Economia Politica.